Cibi sani?

Sotto accusa marchi e slogan promozionali: ogni promessa che riguarda la salute deve essere mantenuta
MILANO — Lo yogurt o il latte o il formaggio che promette di fare crescere ragazzetti robusti e senza carie. La merenda a base di frutta e fermenti con lactobacilli che si impegna a regalare loro un sistema immunitario a prova di bomba. E ancora: le pastigliette ai semi di lino e soia che si propongono come le migliori alleate delle donne contro l’osteoporosi. Quindi quelle a base di fichi d’India che si attribuiscono poteri anticolesterolo. Bufale. È così in quasi il 90% dei casi. A dirlo è l’Autorità europea sulla sicurezza alimentare (Efsa) che, dopo aver ricevuto mandato dalla Ue di valutare il nesso diretto tra slogan salutistici e reali proprietà benefiche di alcuni prodotti alimentari, ha reso noti i risultati dei primi esami effettuati:  7 messaggi su 8 non hanno superato la prova. La motivazione: non mantengono quello che promettono. O almeno, non c’è studio scientifico che lo dimostri. Una microfotografia, sostengono le associazioni dei consumatori, dall’Aduc ad Altroconsumo, estendibile su larga scala anche ai prodotti italiani. «Non sono le singole aziende a essere state bocciate, ma gli ingredienti sbandierati come miracolosi sulle confezioni di prodotti in vendita in Europa». Come dire: «Così come succede per le sentenze, queste “pagelle” faranno scuola».
LE REGOLE – Il regolamento comunitario (1924/2006) sui claim nutrizionali e salutistici parla chiaro: ogni promessa lanciata attraverso etichette o slogan promozionali deve essere mantenuta. Regola che vale anche per i marchi. Le aziende, a seconda del prodotto che pubblicizzano, hanno tempo fino al 2010/2015 per mettersi a norma. Finestra giudicata eccessiva da consumatori ed esperti. A quelli dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare è stato affidato il compito di verificare ogni «promessa»: 220 gli slogan di prodotti alimentari per i quali è stato richiesto un parere da parte di aziende private (ma anche di multinazionali o consorzi di produttori); 2.500 le sollecitazioni d’ogni tipo presentate all’Efsa dalla commissione europea. Degli otto slogan presi in esame (britannici, tedeschi, francesi e irlandesi) cinque assicurano benefici per lo sviluppo e la salute dei più piccoli e tre una riduzione del rischio di malattie degli adulti. Tutte bocciate le «children promesse».
MA GLI YOGURT ANTICOLESTEROLO FUNZIONANO – Tra le «senior», l’unica ad aver ottenuto il via libera dell’Efsa è stata quella che attribuisce agli steroli vegetali benefici per il cuore: riducono il colesterolo cattivo, dicono ben 41 studi clinici elencati dagli scienziati. Basta un giro tra gli scaffali dei supermercati: le promesse multicolori fanno bella mostra di sé sulle confezioni di yogurt e snack non si contano. «Aiuta a ridurre il colesterolo in modo naturale», «aiuta a mantenere il colesterolo basso» assicurano i prodotti promossi a base di steroli vegetali. Ma poi ecco altri messaggi che presto saranno sottoposti all’esame del Panel dell’Efsa competente su prodotti dietetici, nutrizione e allergie (Nda): «Buono per crescere», promette il latte alla «buona» frutta per bambini. E ancora: «Rinforza le tue difese naturali», «nutre la tua pelle dall’interno», «per favorire una azione antiossidante», «per favorire il senso di sazietà», «Q10, la bontà antietà». Le «pagelle» dell’Efsa saranno inviate alla Commissione europea e agli Stati membri. Toccherà a loro trasformare le raccomandazioni in regolamenti. Per questo l’Aduc ha chiesto un intervento al dipartimento Sanità del ministero del Welfare. La senatrice Donatella Poretti ha preannunciato un’interrogazione parlamentare. Altroconsumo plaude. «Certo, al ritmo di otto prodotti alla volta, non si va molto lontano» dice Franca Braga, supervisore indagini alimentari dell’associazione. Che poi aggiunge: «Queste prime “pagelle”, però, sono un importante indicatore scientifico che segna la strada non solo per le aziende prese in esame ma per l’intero settore».
Alessandra Mangiarotti – Corriere della sera – 25 agosto 2008

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...