Il codice violato

Il “Codice Violato 2011”, IV rapporto sulle violazioni del Codice Internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno rilevate in Italia

Logo MAMIIl rapporto raccoglie le violazioni al Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. Esempi di violazioni
del Codice sono la distribuzioni di campioni gratuiti di latte artificiale, le vendite sottocosto, le pubblicità con immagini che esaltano “presunti” benefici del latte artificiale e la pubblicità selvaggia di biberon e tettarelle,
tutte pratiche che minano la possibilità di allattare con successo i propri figli.
Questa edizione del Codice Violato è la quarta (dopo quelle del 2001, del 2004 e del 2008) ed è organizzata in modo da offrire al lettore una panoramica di come stanno cambiando, negli anni, le strategie di promozione dei sostituti del latte materno, biberon e tettarelle anche alla luce delle recenti novità in ambito legislativo in Europa e in Italia.
I dati raccolti mostrano che le ditte che producono sostituti del latte materno, biberon e tettarelle, devono fare fronte a leggi più restrittive, e ad una maggiore consapevolezza, sia a livello dei cittadini che delle istituzioni, dell’importanza dell’allattamento come pratica di salute, di sostenibilità ambientale ed economica e di giustizia.
Le compagnie sono costrette quindi a cercare modalità nuove e più insidiose per indurre l’acquisto dei loro prodotti, facendo leva sui timori e le insicurezze diffuse fra i genitori, soprattutto se alla prima esperienza, e ricorrendo ai diversi mezzi comunicativi a disposizione, non solo televisione, radio e giornali ma anche internet con i social network.
Inoltre, la crisi economica in atto rende le ditte più forti nei confronti dei Governi e degli organismi internazionali, quando si discutono ed approvano leggi o documenti per regolamentare le pratiche di promozione di sostituti del latte materno. Le aziende hanno budget imponenti se paragonati a quelli che le agenzie di salute dedicano alla promozione, protezione e supporto dell’allattamento al seno. Come evidenziato nella nuova edizione del Codice Violato, le ditte assumono esperti di salute pubblica di elevato livello internazionale affinché lavorino per loro, con un ritorno sia di immagine che di “know-how” nel campo della penetrazione nel mercato.
Di tutto questo e di altro ancora tratta il nuovo Il Codice Violato 2011, che vi invitiamo a prenotare rivolgendovi a segreteria@ibfanitalia.org
Le edizioni precedenti del rapporto sono gratuitamente consultabili sul sito IBFAN Italia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...