allattamento, fertilità e ritorno del ciclo

Quando si allatta a richiesta ed in modo esclusivo solitamente il ciclo non ricompare prima di 3-6 sei mesi dal parto, più spesso intorno all’anno del bambino, purché non ci siano interferenze quali la somministrazione di latte formulato, di acqua o tisane, l’utilizzo di un ciuccio o il rispetto di schemi orari rigidi, tutti fattori che riducendo la frequenza di suzione e modificando di conseguenza la situazione ormonale possono contribuire alla comparsa del capoparto.

 

E’ proprio la frequenza della suzione infatti che inibisce il ritorno del ciclo e l’ovulazione. Esiste comunque una grande varietà di situazioni, tanto che ad alcune donne addirittura il ciclo non torna finché l’allattamento non si conclude, mentre ad altre, nonostante la suzione frequente, il ciclo ricompare anche poche settimane dopo il parto.

 

In caso di allattamento esclusivo e a richiesta, almeno nei primi sei mesi, si hanno scarse possibilità di rimanere incinte e spesso il capoparto è anovulatorio (ovvero senza precedente ovulazione) e serve per avvisare che si sta ritornando fertili. Dopo i sei mesi la possibilità di essere fertili è maggiore, e se le poppate si riducono ( tanto più se avviene drasticamente) è possibile che avvenga l’ovulazione anche prima dell’arrivo del capoparto.

 

Il periodo di assenza del ciclo (amenorrea lattazionale) è una fase normale e utile per la donna, che permette tra l’altro di reintegrare le scorte di ferro. L’assenza del ciclo non crea alcun problema anche se si protrae per molti mesi.

 

Poiché la suzione del bambino regola l’ovulazione, anche brevi periodi di interferenza (o una sola interferenza) con il meccanismo di suzione/produzione possono stimolare l’arrivo del capoparto, viceversa può anche accadere che ristabilendo un allattamento esclusivo e privo di interferenze la suzione inibisca nuovamente l’ovulazione e il ritorno del ciclo per diversi mesi.

 

I primi cicli possono essere irregolari, e comunque anche dopo una ripresa regolare, se ci sono periodi in cui il bambino succhia di più ( perché sta male per esempio) potrebbe accadere che il ciclo non si presenti per diverso tempo. Se i cicli sono regolari si ritiene che la donna sia nuovamente fertile!

 

Il ritorno del ciclo, quale che sia il periodo, non interferisce con l’allattamento, che può proseguire con tutta tranquillità, nonostante le dicerie molto diffuse. La donna può sentirsi più stanca in quei giorni e pare che il riflesso di emissione possa di conseguenza essere rallentato, rendendo a volte irrequieto il bambino, ma questo non influisce sulla qualità del latte stesso, sulla quantità, e non rende il latte inadeguato al bambino.

 

Info Allattamento- ottobre 2011

http://www.facebook.com/notes/info-allattamento/allattamento-fertilit%C3%A0-e-ritorno-del-ciclo/269088603114158

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...