Lettura precoce, alfabetizzazione e attaccamento

Lo sviluppo delle capacità del linguaggio e dell’alfabetizzazione negli anni di vita prima della scolarizzazione vengono racchiuse nel termine Early Literacy, dove i ricercatori e i clinici hanno individuato molte aree di sviluppo e di competenza del bambino. Fanno parte di questa vasta sfera di competenza:

– la competenza fonologica;

– lo sviluppo del linguaggio orale;

– la conoscenza del linguaggio scritto;

– la conoscenza delle convenzioni della scrittura (corrispondenza relativa tra linguaggio orale e linguaggio scritto – si scrive da sinistra a destra e dall’alto in basso, l’alfabeto rappresenta i suoni del linguaggio orale);

– la conoscenza delle funzioni della scrittura (un testo che racconta una storia, dà informazioni, dà istruzioni);

– conoscenza dell’alfabeto (conoscenza delle lettere e dell’associazione tra una lettera e il suo nome e tra una lettera ed il suo suono).

La Emergent Literacyconsiste in abilità, conoscenze e attitudini che sono precursori dello sviluppo delle forme convenzionali della lettura e della scrittura. La Emergent Literacyè basata sulla nozione che il bambino acquisisce abilità nelle competenze dell’alfabetizzazione non solo come un risultato di istruzioni dirette, ma anche come un prodotto di un ambiente stimolante e responsivo, nel quale il libro è presente tra le normali attività del bambino. L’utilizzo del libro e la sua funzionalità sono pertanto compresi dal bambino durante il processo dell’Early Literacy, motivandolo ed incoraggiandolo nell’uso del libo stesso (Britto PR, Fuligni AS, Brooks-Gunn J. Reading Ahead: Effective Interventions for Young Children’s Early Literacy Development. In: “Handbook of Early Literacy Research – Vol 2”.  DK Dickinson and SB Neuman editors. Guilford Press 2006). Si pensa che l’origine della Emergent Literacy sia nella precoce relazione che si instaura tra mamma e bambino in occasione, ad esempio, della lettura di libri scritti, libri illustrati o in parole scritte nello schermo televisivo. Questa precoce interazione madre-bambino si suppone consistere in quella che viene definita impalcatura del dialogo, il cosiddetto “scaffolding” nella pedagogia di Jerome Bruner e Lev Vygotskij. In una prospettiva storico-culturale, è ipotizzato che la madre crei una “zona di sviluppo prossimale” per il bambino, dove, quello che il bambino non è in grado di fare da solo, lo fa interagendo con la propria madre. Nella zona di sviluppo prossimale (Zone of Proximal Development) non si valuta il livello di sviluppo delle capacità e delle competenze del bambino, ma piuttosto il suo potenziale apprendimento. In assenza di un supporto, di una guida o di un sostegno, questo potenziale potrebbe non realizzarsi, e conseguentemente, il bambino non potrebbe mai arrivare ad un più alto livello di sviluppo (Bodrova E, Leong DJ. Vygotskian Perspectives on Teaching and Learning Early Literacy. In: “Handbook of Early Literacy Research – Vol 2”.  DK Dickinson and SB Neuman editors. Guilford Press 2006)

Bus AG, Van IJzendoorn, MH. Mother-child interactions, attachment, and emergent literacy: A cross-sectional study. Child Development. Vol 59(5), Oct 1988, 1262-1272.

Examined mother–child interactions as they relate to written language, attachment security, and the child’s performance on emergent-literacy measures, using 16 1½-yr-olds, 15 3½-yr-olds, and 14 5½-yr-olds. Each mother–child dyad read through 2 books and watched “Sesame Street” fragments about letters and words. In the older groups the children were left on their own by the mother for about 1 hr, during which they were tested and it was observed how the children reacted upon the return of the mother. In addition, each 3½- and 5½-yr-old completed 5 emergent-literacy tests. Results suggest that mothers of small children give reading instruction. In securely attached dyads, there was less need to discipline; the children were less distracted than in anxiously attached dyads.

Pertanto, la Emergent Literacy è la “emersione” nel corso dello sviluppo di uno straordinario complesso di interazioni psichiche, affettive, intellettive che il bambino sviluppa interagendo con l’adulto che gli legge un libro con lettere e/o figure (Medico e Bambino 2001; 5:334).La Emergent Literacy sottolinea il fatto che l’apprendimento della Literacy e della capacità di leggere non è un evento che avviene al tempo della prima classe elementare ma è uno sviluppo continuo di capacità e di esperienze compiute durate gli anni precedenti l’ingresso della scuola elementare. Un apprendimento che si può fare solo se si è in una “sana” relazione con una figura primaria di attaccamento.

Tratta da una relazione del Dott.Panza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...