UPPA: domanda e risposta su assunzione calcio con la dieta

Mio figlio ha 2 anni appena compiuti e prende ancora il mio latte la mattina, nel tardo pomeriggio, la sera per addormentarsi e la notte. Fermo restando che sto cercando di riaddormentarlo la notte senza l’ausilio del seno, per una mera questione di mia stanchezza e desiderio di una notte filata di sonno, ultimamente mi chiedo sempre più spesso come cambierà la dieta di mio figlio quando abbandonerà il seno (perché prima o poi suppongo che si vorrà staccare). Lui non beve latte vaccino ne’ latte in formula, non mangia alcun formaggio anche se vengono proposti perché il papa’ ne mangia (io invece no). Finora non mi sono preoccupata più di tanto visto che aveva il seno, ma poi? E’ il caso che insista con il latte vaccino? In alternativa dove potrebbe prendere il calcio necessario? Grazie e continuate così

RISPOSTA

Latte e latticini sono una comoda fonte di calcio ma esso è
diffusamente presente anche negli alimenti vegetali e nell`acqua
potabile. Inoltre la quantità necessaria al nostro organismo dipende
altrettanto, se non di più, di più dalla quantità di vitamina D
prodotta da una adeguata esposizione della pelle al sole e da una
normalmente intensa attività fisica quotidiana. Se, comunque,
desiderate che vostro figlio assuma latte e latticini, così come per
qualunque altro alimento, bisogna fare in modo che sia lui a
chiederlo, per imitazione dei suoi genitori e per sua necessità.
(vedere articoli su svezzamento)

Lucio Piermarini

http://www.uppa.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...