Bambino viziato se amato e coccolato…

Se avete un bimbo piccolo, è molto probabile che vi sia capitato. Ed è molto probabile perchè ci sono alcuni luoghi comuninella nostra cultura occidentale che sono proprio duri a morire.

Stiamo parlando delle critiche elargite con sorprendente leggerezza e prodigalità alle mamme che tengono in braccio le loro creature.

“Se lo tieni sempre in braccio si abitua e non vuole più star giù!”
Se lo tieni in braccio lo vizi!” “Se lo tieni in braccio quando lo metti giù piange”.

A parte che in realtà è il contrario: il bimbo “giù”, ovvero lontano dalle braccia di mamma e papà si sente a disagio e così li chiama (piangendo, dato che altro modo non ha), loro lo prendono in braccio e lui si sente subito meglio, molto più felice e al sicuro. Ovviamente è normale sia così: è un neonato e fino a poche settimane prima era un tutt’uno con sua madre, star “solo” non gli può piacere, dato che era abituato a vivere addirittura dentro di lei!

Certo, in realtà non è solo, ma finchè è così piccino, per sapere che la mamma c’è, ha bisogno di vederla, di sentirla, di starle vicino. E, in genere, come per tutti i cuccioli, più vicino è, meglio è.

Ma torniamo in tema e arriviamo al consiglio principe, il classico intramontabile: “Deve abituarsi a stare giù (nella culla), perchè così tu…”

In genere l’ammonizione non si conclude, ma resta così in sospeso, promessa di chissà quali meraviglie… Ebbene, per toglierci ogni dubbio, proviamo a terminare la frase.

Deve abituarsi a stare giù, perchè così TU… ?
Metti in ordine la casa? Stiri le camicie del marito? Pulisci il pavimento? Perchè sicuramente non si intende che esci a fare una passeggiata (e lasci il pupo a casa) o che ti fai un bagno rilassante (per la serie che appena metti un piede nella vasca, il bimbo chiama)…

E allora sai che ti dico?
No grazie, preferisco tenermi il mio piccino in braccio e rilassarmi sul divano con un bel libro, un buon film, o una musica di sottofondo. E magari mi faccio anche un sonnellino, che mi fa solo bene.

E il bambino? Tutti dicono che deve abituarsi a stare giù.

Ma perchè dovrebbe abituarsi a stare giù quando il suo sviluppo psico-motorio lo porterà a stare su, sempre più su? Prima a sollevare la testolina, poi a conquistare la posizione seduta, e infine – ambito traguardo – ad alzarsi in piedi?

Conclusione: se hai piacere di tenerti in braccio il tuo tenerissimo bambino, fallo. Le coccole fanno bene alla mente e al cuore (del bambino e della mamma). Lo hanno dimostrato anche gli studi scientifici. Non che le mamme avessero bisogno degli esperti per sapere quanto è bello coccolare il proprio piccino.

Attimi di vita. Emozioni che passano e non tornano più. Carpe diem!

E se a qualcosa dobbiamo proprio abituarlo, che sia ad essere molto amato e ad amare molto!

Giorgia Cozza

Articolo tratto dal sito http://www.bambinonaturale.it

http://www.bambinonaturale.it/2012/04/bambino-viziato-se-amato-coccolato/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...