Archivio tag | zecche

Punture di zecche

La possibilità di contagio è massima in primavera – estate.

  1. Evitare le aree infestate da zecche (aree frequentate da cani, pecore, animali selvatici…).
  2. Difendere le zone del corpo a rischio (cuoio capelluto, braccia gambe) con indumenti idonei (cappello, camicie a maniche lunghe, calzari alti, pantaloni lunghi).
  3. Tornati a casa ispezionare con cura gli abiti e le zone a rischio (soprattutto le zone ricoperte da peli o le pieghe dove le zecche si annidano – ad es: genitali, ascelle -).
  4. Per staccare eventuali zecche: coprire l’acaro con una goccia di glicerina (o altro unguento), soffocandolo; poi rimuoverlo delicatamente con una pinzetta (assicurarsi di rimuovere il rostro, cioè la parte della bocca della zecca “agganciata alla pelle”). Disinfettare.
  5. N.B.: non schiacciare il corpo della zecca perchè ciò può facilitare l’infezione.
  6. Informare il medico.

PUNTURE DI ZECCHE

 La  possibilità di contagio è massima in primavera – estate.

1) Evitare le aree infestate da zecche (aree frequentate da cani, pecore, animali selvatici…).

2) Difendere le zone del corpo a rischio (cuoio capelluto, braccia gambe) con indumenti idonei (cappello, camicie a maniche lunghe, calzari alti, pantaloni lunghi).

3) Tornati a casa ispezionare con cura gli abiti e le zone a rischio (soprattutto le zone ricoperte da peli o le pieghe dove le zecche si annidano – ad es: genitali, ascelle -).

4) Per staccare eventuali zecche: coprire l’acaro con una goccia di glicerina (o altro unguento), soffocandolo; poi rimuoverlo delicatamente con una pinzetta (assicurarsi di rimuovere il rostro, cioè la parte della bocca della zecca “agganciata alla pelle”). Disinfettare.

5) N.B.: non schiacciare il corpo della zecca perchè ciò  può facilitare l’infezione.

6)  Informare il medico.